Convegno: “ELETTRICO, IDROGENO, GAS, IBRIDO: tecnologie ed emissioni a confronto”

Pubblicato il

A Torino, il 2 ottobre, si terrà il convegno “ELETTRICO, IDROGENO, GAS, IBRIDO: tecnologie ed emissioni a confronto” con la partecipazione di Fondazione Telios.

Il Convegno è organizzato nella Sala Bobbio del Comune di Torino, ex Curia Maxima, Via Corte d’Appello 16 Torino, con il patrocinio del Comune di Torino ed è incluso nelle attività della Future Mobility Week collegate al Future Mobility Expoforum in corso al Lingotto Fiere il 3 e 4 ottobre 2018; inoltre sempre in questo ambito la Fondazione Telios promuove visite guidate alla socetà LITHOPS S.r.l. (parte del Gruppo Seri), laboratorio di sviluppo e ricerca sulle batterie al litio.

Per accedere alle visite contattare:
Vittoria Canessa, tel. 3351994002
email: v.canessa@clickutilityteam.it

Di seguito uno stralcio dal Programma:

“Se si vuole migliorare la qualità dell’aria nelle grandi aree urbane, bisogna di conseguenza aumentare progressivamente ma efficacemente il numero di mezzi di trasporto non inquinanti, diminuendo allo stesso tempo quelli inquinanti.

Quali mezzi di trasporto non inquinanti? Quali oggi e quali domani?
È a questa domanda cui il presente seminario vuole tentare di dare delle risposte attraverso quattro interventi che andranno ad approfondire le singole tecnologie:

  • Elettrico ed ibrido: “Elettrificazione ed ibridizzazione del trasporto su strada: perché ed a quali condizioni”.
    Prof. ing. Bruno dalla Chiara
    Politecnico di Torino – Ingegneria, Dip. DIATI-Trasporti
  • Metano: “Quale futuro per i carburanti alternativi?”
    Ing. Flavio Merigo – presidente ISO TC 22/SC 41.
  • Idrogeno: “Mobilità idrogeno: mito o realtà?”
    Prof. Marcello Baricco
    Università di Torino – Dipartimento di Chimica.
  • Idrogeno: “L’esperienza di Bolzano: il punto di riferimento per lla mobilità a idrogeno in Italia”
    Dott. Fabio Da Col Project Manager presso IIT – Istituto per le Innovazioni Tecnologiche Bolzano.

Sono già oggi presenti sul mercato diversi mezzi che sfruttano le tecnologie alternative citate. È una scelta individuale, ma su cui la politica ha una grande forza motivazionale, attraverso provvedimenti che portino verso mezzi a basso impatto ambientale.

In questo seminario ci si vuole appunto rivolgere ad un pubblico misto, di funzionari pubblici e di politici da un lato, e di esperti e motivati uditori dall’altro, proprio per vedere di unire i due sforzi nella direzione auspicata.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *